venerdì 13 gennaio 2012

Don't Be Afraid of the Dark


di Troy Nixey. Remake di un film per la tv degli anni '70, Don't Be Afraid of the Dark è stato riscritto per il grande schermo da Guillermo Del Toro e realizzato da uno dei suoi pupilli, nonché artista di comic books Troy Nixey. Il risultato è un'opera di genere ben riuscita in cui l'autore, rispetto all'originale, sposta il punto di vista narrativo da un adulto a una bambina, protagonista indiscussa del film. Epoca vittoriana: un uomo è rinchiuso nella sua cantina. Dopo aver brutalmente ucciso la domestica, le stacca tutti i denti e li dona a un'entità misteriosa collocata al di là di una fornace da cui poi viene risucchiato. Si passa ai giorni nostri: quella casa ora è abitata da una coppia che viene raggiunta dalla piccola figlia che l'uomo ha avuto da un'altra relazione. Mentre la bambina sembra non accettare il nuovo legame del padre, scopre lo scantinato e cercherà di fare amicizia con le tenebrose entità che la popolano. Il film evoca un immaginario dark di cui ben ricostruisce un universo. Unica pecca è che questo immaginario mostruoso e la ricerca all'interno nel mondo dell'oscuro, a volte stona con una regia molto semplice e quasi distaccata. Comunque se siete appassionati di genere, da vedere.
VOTO: 6½

1 commento:

  1. mmmh visto e non l'ho trovato granchè...noiosetto :D

    RispondiElimina